Sarà, dunque, Moto X il nome del nuovo smartphone della Motorola, il primo a essere realizzato dopo l'acquisizione del produttore americano da parte di Google. Lo ha confermato Dennis Woodside, il CEO di Motorola, durante la D11 che si è da poco conclusa.

Il nuovo e tanto atteso dispositivo sarà lanciato sul mercato, come confermato dalla stessa azienda produttrice, nel mese di ottobre. Lo stesso Woodside ha rivelato la capacità del nuovo Moto X di riconoscere tutto ciò che gli accade intorno, per via dei sensori di cui è dotato. Un'altra certezza riguarda il fatto che lo smartphone sarà assemblato per il 70% negli Stati Uniti, in Texas, e che nel mese di agosto offrirà lavoro a circa 2000 persone. I componenti proverranno, invece, da 12 Paesi diversi.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, le ultime informazioni trapelate rivelano un hardware di tutto rispetto. Innanzitutto si parla di un display OLED, con risoluzione HD a 720 pixel, da 4,3 o 4,7 pollici. Ottimi i 2GB di memoria RAM e i 16GB di memoria interna. Dovrebbe, inoltre, essere dotato di un processore Qualcomm Dual Core, modello MSM8960 Pro, da 1.7 GHz, con la stessa GPU del Samsung Galaxy S4.

E proprio il processore costituirebbe l'unica perplessità, dato che attualmente la maggior parte dei modelli montano un Quad-Core o addirittura un Octa-Core. E' presumibile, tuttavia, che la nuova versione di Android 4.2.2 necessiti di meno risorse per girare e questo determinerebbe un aumento della durata della batteria. Non mancheranno, infine, una potente fotocamera posteriore da 10 megapixel e una anteriore da 2 megapixel.

Nessuna indiscrezione, invece, per quanto riguarda il prezzo che, se risulterà altamente concorrenziale, riscuoterà certamente il successo del pubblico.