Tizen è un sistema operativo Open Source, al pari di Android o Firefox OS, basato su Linux sponsorizzato dalla Linux Foundation e dalla LiMo Foundation. Un OS che rinasce sulle ceneri di Bada (Samsung) fondendo l'esperienza MeeGo (Intel) e cercando di portare nel panorama mobile un nuovo competitor.

Il primo smartphone Samsung basato su Tizen sarà dovrebbe essere presentato tra agosto e settembre. Lo smartphone dovrebbe collocarsi nel segmento di fascia alta, anche se l'azienda potrebbe presentare altri dispositivi per gli altri segmenti di mercato. Stando ad alcune indiscrezioni l'intento è quello di inserirsi inizialmente nel mercato orientale e sulla base dei risultati ottenuti entrare (prepotentemente) nel mercato occidentale.

"Il forte sostegno di Intel e Samsung a Tizen consentirà di sbaragliare velocemente gli altri sfidanti basati su Linux", commenta l'analista Joshua Flood. "Senza contare che gli altri segmenti dell'ecosistema mobile sono pronti per un nuovo OS mobile che possa usurpare il dominio di Apple e Google sul mercato. Gli operatori mobili, in particolare in Asia, stanno cercando altre opzioni. Il rifiuto di Apple di modificare il suo OS per gli operatori in modo da aggiungere servizi personalizzati o consentire differenziazioni di marchio è uno dei motivi dello scontento".

Sicuramente Tizen e Samsung hanno il know-how adeguato per insediarsi in un mercato già affollato di produttori. Quel che resta da vedere è quanto sarà appetibile per gli utenti (e gli sviluppatori) un ennesima piattaforma che vede già tra gli outsiders Firefox OS, Ubuntu Touch e Jolla.