Dal 1°luglio, se sei in viaggio in un altro paese dell'Ue, utilizzare Internet mobile, telefonare, inviare e ricevere SMS dai propri cellulari costa meno.

E' tutto merito della cosiddetta Eurotariffa. Che cos'è? E' il piano di tariffazione del roaming internazionale deciso dall'Unione Europea per tutti gli operatori di telefonia mobile comunitari per garantire agli utenti che viaggiano all'interno della Comunità di non pagare prezzi eccessivi rispetto alle tariffe nazionali.

I nuovi limiti tariffari, tutti IVA esclusa, prevedono ora 24 cent./min per effettuare una chiamata, 7 cent./min per ricevere una chiamata, 8 cent./min per inviare un messaggio di testo e 45 cent./MB per scaricare dati o consultare internet all'estero.

La Croazia, che accoglie ogni anno diversi milioni di visitatori, con l'ingresso tra i paesi membri dell'Ue (1°luglio 2013), potrà offrire a quei visitatori provenienti da altri paesi dell'Ue un risparmio eccezionale, grazie alla riduzione di quasi 15 volte del costo per il traffico dati e di 10 volte per chiamate e SMS verso altri paesi UE rispetto al passato.

Ancor meglio andrà, si prevede, nel 2014: si va verso l'eliminazione del roaming. La Commissione europea, a guida Neelie Kroes, commissaria per l'agenda digitale, ha votato a favore dell'abolizione dei costi extra di roaming entro il 2014. Chiamate, internet e sms all'interno dell'Unione potrebbero avere quindi la stessa tariffa pagata dall'utente in patria.

Ricapitoliamo per tutti gli utenti-viaggiatori le tariffe di roaming fissate dall'Ue a partire dal 1°luglio:

  • Chiamate effettuate: 24 cent./min
  • Chiamate ricevute: 7 cent./min.
  • SMS: 8 cent./unità.
  • Traffico dati: 45 cent./MB

Per il 2013, e in attesa di conoscere le sorti del roaming nel 2014, gli operatori saranno sempre liberi di offrire tariffe più basse rispetto a quelle limite (alcuni hanno già iniziato a eliminare interamente i costi aggiuntivi per il traffico voce e SMS in roaming), o di proporre un'area roaming-free in determinate regioni d'Europa.