Quando ci si reca all'estero si ha molto spesso la necessità di navigare su internet con il proprio cellulare per cercare un'informazione, o semplicemente per utilizzare WhatsApp, andando incontro a costi e tariffe roaming molto alte, fortunatamente già in calo da oggi grazie alla nuova EuroTariff, che permette una consistente diminuzione delle tariffe europee.

La nuova app per Android, CrowdRoaming, che da oggi è disponibile su Google Play, propone una nuova soluzione di condivisione partecipativa: questa innovativa applicazione, consente infatti a chi naviga da smartphone, di condividere una porzione della propria connettività dati inutilizzata.

Oggi, gli italiani che accedono al web da dispositivi mobili sono oltre 17 milioni, e questi utenti sono spesso e volentieri connessi in ogni momento della giornata. Ora è possibile poterlo fare anche all'estero.

Come funziona

Tutti quelli che utilizzeranno l'app, metteranno a disposizione, soprattutto dei turisti che visiteranno il loro Paese, una parte di dati mobili per connettersi facilmente, gratuitamente e in tutta sicurezza ad internet: è logico pensare che se tutti attivassero questo nuovo software, non si avrebbe più alcun problema di connettività all'estero. Per fruire del servizio, basta scaricare l'app CrowdRoaming, che cercherà automaticamente smartphone compatibili ai quali collegarsi durante l'esecuzione in background.

Come dichiarato dal CEO di CrowdRoaming.com: "Con CrowdRoaming volevamo unire la filosofia della condivisione con la nuova tecnologia mobile, e siamo molto orgogliosi del risultato".

CrowdRoaming risolve gli alti costi di roaming utilizzando unicamente un software che trasforma uno smartphone in un hotspot mobile pubblico: "In futuro, la tecnologia consentirà di sviluppare altri servizi P2P per il mondo mobile", ha spiegato Homayun Zahidi.