La situazione si complica più che risolversi, l'aggiornamento Android Jelly Bean sul Samsung Galaxy S Advance continua a far discutere. Quello ricevuto dagli smartphone no brand è stato un mezzo disastro a sentire gli utenti possessori del Galaxy S Advance. Troppi problemi e bug fastidiosi da correggere ancora, mentre per i dispositivi brandizzati Tim, Wind e 3 Italia ancora nessuna novità.

Meglio, anche se non pienamente soddisfacente, l'aggiornamento Android scaricato dai possessori di un Galaxy S Advance a marchio Vodafone, il firmware con il codice I9070XXLQE pare aver arrecato meno problemi rispetto a quello destinato ai no-brand. Ma ripetiamo, gli utenti restano comunque insoddisfatti dell'update effettuato e attendono novità in merito.

C'è sempre qualcuno che cerca di risolvere i problemi del software attraverso vie non ufficiali per ovviare alla lunga attesa che investe gli aggiornamenti. Proprio in uno dei forum relativi (XDA Developer) come si evince dalla pagina FB di Samsung Italia, è spuntato da tempo il Kernel cocore 6.8 studiato per il motivo di cui sopra. A questo proposito però, Samsung Italia ha dichiarato ancora una volta che tutte queste strade non ufficiali intraprese dagli utenti Android per il proprio Galaxy S Advance, danno automaticamente fine alla garanzia, dunque in caso di problemi irreversibili autonomamente, non resta che sborsare del denaro per usufruire dell'assistenza.

Ognuno dunque dovrà valutare bene se rischiare per vie traverse o attendere molto pazientemente l'ottimizzazione di un software che sia in grado finalmente di aggiornare correttamente e risolvere i bug del Samsung Galaxy S Advance.