Ecco l'ultima novità che arriva direttamente dai laboratori di Microsoft Asia, che in collaborazione con la Rice University stanno lavorando ad un nuovo smartphone dotato di un sensore e di un software in grado di agire a seconda dei comportamenti della persona che lo utilizza e di cui ne riesce a percepire l'umore.

Il software in questione si chiama MoodScope, non è dotato di un sensore fisico ma percepisce le informazioni dalle attività svolte dall'utente: sembra infatti che in base all'utilizzo che viene fatto dello smartphone e grazie ad un procedimento che ne calcola il risultato, MoodScope sia in grado di codificare otto differenti stati d'animo che vanno dal teso al calmo passando per felice, arrabbiato, stressato, rilassato, annoiato ed eccitato.

Questo tipo di software è ritenuto molto utile per riuscire a personalizzare i servizi come quelli legati al modo della musica o dell'editoria e che cosi potrebbe consigliarci sempre la canzone o il libro adatto al nostro umore. Moodscope sta attirando ed attirerà sempre di più l'attenzione degli inserzionisti che potranno avvantaggiarsene per promuovere i loro prodotti, navigando sulla scia dell'umore degli utenti.

Il software ideato da Microsoft, dai primi test effettuati grazie alla collaborazione di trentadue volontari che per due mesi circa hanno tenuto una specie di diario in cui descrivevano il loro stato d'animo e lo confrontavano con i risultati dati dallo smartphone, sembra abbia una precisione nella percezione dell'umore pari al 66%, quindi un risultato corretto su tre. Per arrivare a questi risultati il software si è basato sui siti web visitati, sulle applicazioni utilizzate, sulle chiamate ricevute ed effettuate, sulle mail e sui messaggi spediti e ricevuti dalla persona.

Attendiamo quindi l'arrivo del nuovo smartphone Microsoft che riuscirà a capirci in ogni situazione e che ci consiglierà sempre la cosa giusta.