Non si fermano le tragedie procurate dai telefoni cellulari di ultima generazione, per una giovane cinese di 23 anni non c'è stato nulla da fare: succede a Pechino e a essere posta sotto accusa questa volta è la Apple. La ragazza si chiamava Aiulun, era un'assistente di volo e la sua storia incredibile e drammatica sta facendo il giro del mondo: qualche giorno fa ha messo in carica il suo smartphone iPhone 5, poi prendendolo in mano è stata folgorata da una scarica elettrica.

Purtroppo non c'è stato nulla da fare, la ragazza è morta e a raccontare il tutto è stata la sorella. Sembra che la Apple si sia messa in contatto con la famiglia mandando un triste messaggio di condoglianze e affermando che investigheranno a fondo sull'accaduto, cooperando con le autorità riguardo alla triste e drammatica vicenda.

I familiari hanno assicurato che il telefono era ancora sotto garanzia e che era stato acquistato regolarmente. Queste cose purtroppo non dovrebbero succedere, ma gli incidenti causati dai telefoni cellulari sono tanti, gente che ha perso dita oppure occhi, e ora addirittura si è persa una vita.

Pochi giorni fa una ragazza ha avuto seri danni ad una gamba ma questa volta lo smartphone era un Samsung: è successo in Svizzera, il cellulare è scoppiato e ha preso fuoco nella tasca dei pantaloni della vittima. Queste cose devono farci pensare e riflettere, tecnologia sì ma sicura.

Sembra che la ragazza non avesse usato il caricabatterie originale, ma questo non deve essere una scusa: i cellulari sono lo strumento di comunicazione più venduto nel modo e affinché non accadano più episodi simili occorrono maggiori controlli sia in fase di produzione che di vendita, oltre che da parte degli utilizzatori stessi.