All'inizio dell'era degli smartphone, quando gli sforzi delle case produttrici sono stati incentrati per lo più nel rendere i telefonini "intelligenti", la Nokia, storica azienda produttrice di cellulari, ha subìto uno smacco non indifferente da chi, come Samsung ed Apple, ha inteso subito il cambiamento di tendenza, perdendo così un enorme fetta di mercato.

Ma, dopo un periodo di smarrimento iniziale e, grazie anche alla partnership con Microsoft che ha dato vita alla gamma di Windows Phone, la Nokia è riuscita a riprendersi alla grande, riguadagnando una buona fetta del mercato con i suoi smartphone economici.

L'idea geniale di base che, sta giocando un ruolo chiave nella rinascita della casa finlandese, è stata quella di fornire una serie di "telefonini" tecnologicamente avanzati ad un prezzo accessibile. Da qui, la nascita dei Nokia Lumia: una gamma di smartphone che abbraccia le fasce di prezzo più disparate, a partire dai 180 euro del Lumia 610, fino ad arrivare ai 199 del Nokia Lumia 520.

Proprio il Nokia Lumia 520, si è da poco guadagnato la qualifica di smartphone più diffuso al mondo. Presentato al Mobile World Congress 2013, tenutosi a Febbraio, il Lumia 520, grazie alle sue caratteristiche tecniche che si sposano con il prezzo contenuto, ha riscontrato un successo eclatante non solo in India, ma a livello mondiale.

Disponibile in una vasta gamma di colori, lo smartphone presenta delle caratteristiche tecniche che ne fanno un prodotto interessante, sia per l'utilizzo dei social network che per un eventuale impiego lavorativo: processore Snapdragon dual core da 1 GHz, schermo LCD IPS da 4 pollici 800 per 480 pixel e fotocamera da cinque megapixel.

Di certo niente a che vedere con mostri della tecnologia come iPhone o la gamma Galaxy, ma di certo, riuscendo a coordinare qualità e prezzo, la Nokia è riuscita a rimettersi pienamente in carreggiata, facendo temere ai rivali, l'uscita del suo ultimo "figlio" il Nokia Lumia 1020, modello di fascia alta, che promette di fare scintille.