Dopo gli smartphone, i telefoni intelligenti, è l'ora degli smartwatch, gli orologi intelligenti che ovviamente hanno funzioni ben oltre la semplice indicazione dell'ora! Se la Apple ha forse già brevettato il nome iWatch in diversi paesi (si attendono conferme), gli altri big del mercato si stanno preparando a combattere con l'azienda di Cupertino proprio su questo nuovo fronte della tecnologia portatile: Sony ha già pronto il suo smartwatch, come del resto Samsung, Google e Microsoft stanno approntando i loro progetti, ormai in stato di avanzamento; tra i marchi che lanceranno uno smartwatch anche l'italiano I'm Watch.

Ma, forse, i grandi big della tecnologia mondiale verranno battuti sul tempo da Androidly, una piccola azienda fondata in Gran Bretagna da quattro giovani studenti di origine indiana che, si dice, potrebbero anche battere la potente concorrenza grazie al loro approccio che punta a rendere lo smartwatch totalmente autonomo: dunque i fondatori di Androidly voglio andare oltre al solo dialogo via bluetooth che si instaurerà tra lo smartphone e l'orologio intelligente, così come sono progettati i prodotti di cui si discute in queste settimane.

Lo smartwatch Androidly, come fa intuire il nome, avrà installato come sistema operativo Android 2.2 Froyo: come dice Apurva Sukant, il ceo dell'azienda, si tratterà di un vero e proprio smartphone da polso dotato di display da due pollici con 320x240, processore da 416 MHz, 256 MB di RAM, 512 MB di memoria interna e una fotocamera da due pollici; si potranno aggiornare i propri profili Twitter e Facebook, telefonare e mandare sms, navigare in internet, sfruttare il navigatore Gps.

Per quel che riguarda le applicazioni ovviamente lo smartwatch Androidly potrà usufruire della vastissima scelta che c'è su Google Play: i tecnici di Android già hanno promesso che tutte le apps saranno completamente gestibili senza alcun problema.

Il costo dello smartwatch Androidly? Attualmente è preordinabile on line a 175 euro, nei colori bianco, nero e grigio.