Google non si accontenta della rete. Il gigante di Mountain View si prepara per un nuovo colpo di scena: lo smartphone firmato Google, Moto X, interamente creato in America è stato presentato in serata sulla scena nazionale, a New York, in collaborazione con la casa Motorola.

Moto X è un device di fascia media per le sue caratteristiche tecniche, il suo hardware semplice, ma che presenta un lavoro di prim'ordine per il software e i materiali plastici, quest'ultimi modellati a piacimento con uno store di 3 diversi colori (18 per la parte posteriore, 2 per l'anteriore e 7 per tasti e ghiera). Così ogni utente potrà scegliere come "assemblare" il proprio smartphone.

Lo smartphone di Google quindi non presenta delle novità sul piano dell'estetica, ma il contenuto è molto ricco e innovativo. Un design non certo eccezionale ma dalle potenzialità inaspettate. Grazie alla casa Motorola quindi il telefono cellulare presenta una UI stock di Android, che ottimizza tutte le componenti software come la telecamera, Google Now, la gestione vocale. La facilità e l'immediatezza d'uso, quindi, sono le sue funzionalità emergenti.

Il prezzo dello smartphone non è molto agevole. In Usa verrà venduto a 575 dollari con 16 Gb di memoria, 630 per la versione con 32 Gb. Ma per i possibili acquirenti sarà possibile stipulare un contratto biennale da 199 a 249 dollari. Chissà quindi se saranno sufficienti un'ampia gamma di colori,di sfondi, di opzioni, a rendere competitivo il nuovo smartphone di Google, nonostante il prezzo per ora esorbitante.