Dopo il debutto di fine maggio negli Stati Uniti, da oggi arriva pure in Italia il nuovo servizio musicale in streaming di Google: il Play Music Unlimited, piattaforma che se la vedrà con i giganti del settore quali Spotify, Deezer e nel prossimo futuro anche con iTunes Radio di Apple. Gli utenti potranno ascoltare, condividere sui social network ed archiviare sul web e su smartphone Android tutta la musica che vorranno.

L'abbonamento Unlimited permette di provare il nuovo servizio gratis per 30 giorni. Allo scadere della prova gratuita si pagheranno 7,99 euro al mese se si attiva un abbonamento entro il 15 settembre. Dopo tale data l'importo mensile sarà di 9,99 euro. Naturalmente c'è anche una versione completamente gratuita ma con molti limiti.

Con la musica in streaming di Google tutti gli utenti avranno a disposizione un juke-box sterminato composto da milioni di brani. Inoltre ogni utente potrà crearsi la propria radio online scegliendo il proprio artista preferito. O meglio ancora completare l'ascolto del catalogo sul web con i propri archivi musicali. Molto importante è la possibilità di poter ascoltare le canzoni anche in modalità offline per avere la massima autonomia possibile.

Per Google questo è l'inizio di un altro tipo di business: portare la web radio sui dispositivi mobili Android che hanno conquistato quasi l'80% del mercato degli smartphone nel secondo trimestre del 2013, potrebbe rivelarsi un vero affare. L'arrivo in Europa della web radio è un grande salto in avanti per entrare in competizione con Apple che con iTunes ha realizzato per prima un business mondiale dei brani musicali a pagamento. D'altro canto è logico che la musica digitale possa crescere ancora e di molto (basti pensare al calo inarrestabile della vendita dei cd con un meno 5% nel 2012) ma non sarà più così centrale come nel primo decennio degli anni duemila.