Dopo settimane di frenetica attesa è arrivata la notizia più amara: Il Moto X, l'ultimo smartphone di Motorola, non farà il suo debutto in Europa. A confermare la notizia non sono i soliti rumors che qualche volta sbagliano clamorosamente. La notizia è giunta, come un fulmine a ciel sereno, dal responsabile Motorola per l'Inghilterra. Quindi rassegniamoci: lo smartphone dalle duemila personalizzazioni rimarrà solo un gadget per gli utenti americani.

Per la verità, già il giorno della presentazione, lo scorso 1 agosto, circolavano voci sul destino esclusivamente americano dell'ultimo arrivato, dopo l'acquisto di Motorola da parte di Google ma non si è volutamente dato peso a queste indiscrezioni.

I motivi reali per cui Motorola non esporterà il Moto X nel mercato europeo sono in parte misteriose ma sicuramente una delle cause potrebbe essere il fatto che lo smartphone è interamente costruito in Texas, negli Stati Uniti in quantità tali da soddisfare solo il mercato statunitense, del Canada e dell'America Latina. Questo non vuole dire che Motorola abbandonerà per sempre il mercato italiano ed europeo: semplicemente il Moto X non è stato pensato per l'Europa.

In futuro vedremo altri modelli Motorola della serie X (magari il Moto X in versione economica come riportato da diverse fonti internazionali) nelle nostre mani con un piccola considerazione sullo sfondo: questi terminali devono ancora essere creati. L'unico modo, al momento, per acquistare un Moto X rimane quello di avere delle amicizie dentro gli Stati Uniti.

Sinceramente dispiace un po' per questa decisione definitiva da parte di Google-Motorola perché lo smartphone sembra ben assemblato e con tutte le personalizzazioni disponibili, gli utenti si sarebbero potuti divertire. Una Google Edition a prezzo competitivo non sarebbe male comunque. Ma ci sarà la volontà di crearla?