Lui si chiama Hafid, vive a Dubai ed è il presunto autore di un furto di smartphone compiuto su una spiaggia di Ibiza ai danni di una ragazza tedesca. È diventato famoso perché le sue foto private viaggiano in rete, da qualche giorno, all'interno della divertente e insolita pagina Tumblr "Life of a stranger who stole my phone", letteralmente "Vita dello sconosciuto che ha rubato il mio telefono", opera della originale vendetta della sua vittima.

L'incauto borseggiatore non si era infatti accorto dell'applicazione di Dropbox ("Camera upload") rimasta attiva sull'apparecchio, la quale invia automaticamente sul pc della derubata le foto postate dal suo telefono. La legittima proprietaria ha potuto così continuare a visualizzare direttamente sul suo account tutte le foto da lui scattate. Scorgendo in una delle foto la torre Burj Khalifa, la vittima del furto ha "localizzato" in Dubai il suo (poco furbo, diciamolo) rapinatore.

Non potendo più sperare, a quel punto, di riavere indietro il suo smartphone, la ragazza ha pensato di vendicarsi pubblicando su Tumblr e commentando con frasi divertenti e spesso ferocemente sarcastiche ogni foto che Hafid scatta quotidianamente, alcune delle quali lo ritraggono in pose ridicole anche insieme ai suoi amici.

Verrebbe da dire: la vendetta ai tempi degli smartphone. Di sicuro l'incredibile storia, aldilà dell'ironia, solleva tra il popolo della rete una polemica relativa alla tutela della privacy. Chissà come andrà a finire? E chissà, soprattutto, se Hafid avrà imparato la lezione?