In occasione dell'evento Apple del 10 settembre un'importante novità è stata la presentazione dell'iPhone 5C. Sì, è una "C" e non una "S" o un "GS" a seguire la denominazione del melafonino. Di cosa stiamo parlando? Del nuovo smartphone colorato di Apple, creato per suscitare l'interesse di un target vario di utenti e disponibile in cinque colori diversi: bianco, verde, azzurro, rosa e giallo. Wallpaper coordinati, ovvio, e cover di silicone traforato da 29 dollari.

L'iPhone 5C non è low-cost, come avevano svelato insistenti leak nel corso dell'estate. Il costo dello smartphone è di 599 euro per la versione base, o almeno è la cifra richiesta in Francia (lì le vendite partono la prossima settimana) per un 5C di 16 GB. In Italia sarà previsto un ulteriore aumento di circa 50 euro, a fronte della tassa sui supporti di memorizzazione e della recente normativa sui rincari IVA. Prezzo medio-alto per un prodotto Apple economico in termini di materiali. Plastica, è realizzato di plastica, seppure l'azienda informatica statunitense continui a parlare di policarbonato di alta qualità.

Eccezion fatta per i materiali e per il design dalle forme arrotondate, l'iPhone 5C possiede le stesse caratteristiche dell'attuale iPhone 5: processore della famiglia A6 abbinato a 1 GB di RAM; fotocamera posteriore da 8 MegaPixel dotata di flash LED singolo; fotocamera frontale FaceTime HD da 1,2 megapixel; schermo da 4 pollici con risoluzione in retina a 1366×640 pixel a 326 ppi e contrasto a 800:1, luminosità totale a 500cd/m2; autonomia in stand-by di 250 ore, di circa 10 ore su 3G durante le chiamate, 8 ore di navigazione su 3G e 10 su LTE e WiFI; connettività con chipset WiFi 802.11n a 2,4GHz e 5GHz, supporto al Bluetooth 4.0, compatibilità con tutti i network 3G e 4G e tutti gli standard LTE mondiali.