Cellulari e tariffe in Unione europea, arriva la riforma della Commissione europea che col nuovo "pacchetto tlc" fissa le nuove norme per i costi di roaming. Per gli utenti di cellulari in Europa dal primo luglio 2014 verranno eliminati i costi di roaming sulle chiamate in entrata e verranno abolite le maggiorazioni applicate alle chiamate entro l'Ue.

Sono queste le principali novità del piano di riforma delle telecomunicazioni approvato dalla Commissione Europea che mira a costituire un mercato unico anche per le tariffe dei cellulari e le comunicazioni elettroniche. La strategia da attuare è quella di ridurre sempre più le differenze fra i mercati europei del settore tlc così da offrire a tutti i cittadini europei la possibilità di pagare nello stesso modo per i servizi di telefonia e internet mobile.

"Ulteriori progressi sostanziali verso un mercato unico europeo delle telecomunicazioni - ha dichiarato il presidente della Commissione europea, Jose Manuel Barroso - sono fondamentali per gli interessi strategici dell'Europa e il suo progresso economico. Per il settore delle telecomunicazioni in sé e per i cittadini che sono frustrati perché non hanno un pieno ed equo accesso a tariffe di cellulari e servizi di internet mobile".

"La legislazione proposta oggi - ha confermato il vicepresidente Neelie Kroes - è una grande notizia per il futuro dei servizi per cellulari e per internet mobile in Europa. La commissione europea dice no ai premi nel roaming, sì alla neutralità della rete, sì agli investimenti, sì a nuovi posti di lavoro".

Le nuove norme ideate dalla Commissione europea nel piano telecomunicazioni e roaming per cellulari consentirà di garantire una maggiore trasparenza ed equità per gli utenti. Gli operatori di cellulari dovranno aggiornarsi e adeguarsi: ad esempio entrerà in vigore una licenza unica europea per offrire servizi a tutti i 28 paesi dell'Ue e i possessori di cellulari potranno usufruire del servizio decoupling, ovvero la possibilità di usare la propria sim con i servizi di un altro operatore all'estero per risparmiare sulla tariffa di roaming.