Microsoft ha acquisito la sezione Devices and Services di Nokia, ovvero la parte societaria che si occupa degli smartphone, telefoni cellulari e dei brevetti. Un affare così ripartito: 3.79 miliardi di euro per i Lumia e 1.65 miliardi per i brevetti.

Dopo varie voci è finalmente arrivata la notizia dell'acquisizione: Stephen Elop lascerà la guida di Nokia a Risto Siilasmaa e si parla possa prendere il timone di Microsoft quando Steve Ballmer deciderà di andarsene.

Microsoft e Nokia avevano già parlato di questa acquisizione con un accordo commerciale che prevedeva la scelta del sistema operativo Windows Phone come base per gli smartphone Nokia. E ora, i Lumia diventeranno del tutto proprietà degli americani prendendo anche possesso di preziosi e importanti brevetti. Quasi 30.000 dipendenti passeranno sotto la direzione di Redmond.

Di questa storia se ne parlava già nel 2011 quando, secondo un'analista della Danske Bank, esisteva la possibilità remota che Microsoft potesse acquisire l'intera divisione smartphone Nokia facendo un'operazione simile a quella di Google con Motorola.

Nokia comunque rimarrebbe nel mercato dei cellulari, continuando a sviluppare il sistema operativo classico Nokia ovvero il Symbian. I dispositivi più innovativi, invece, sarebbero esclusiva di Microsoft, che potrebbe anche decidere di marchiare questi telefoni solamente con il logo dell'azienda della California.

Questo è ciò che si diceva nel 2011 e alla luce dei fatti sembra essere divenuto realtà. Rimaniamo comunque in attesa di altre informazioni qualora ce ne fossero.