Soprattutto per i pagamenti di piccolo importo, gli italiani prediligono il cellulare, lo smartphone, perché veloce e comodo. L'indagine di SIA, effettuata dall'ISPO, attraverso un gruppo di esercenti monitorato per il progetto di Mobile payment, ha dedotto questi risultati.

Il metodo di pagamento per l'acquisto di beni di piccolo importo del momento è certamente il cellulare. L'impiego dello strumento avviene soprattutto per l'acquisto di titoli di viaggio, per i buoni sconto ed i coupon. Il mobile payment si sta facendo largo anche nella vita quotidiana.

In percentuale il 94% di coloro che sono stati monitorati ha utilizzato il cellulare per il pagamento, associando una votazione pari ad otto all'operazione svolta, per comodità e velocità. Il numero di operazioni mensili che vengono effettuate con il cellulare è molto elevato, certamente supera le carte di credito, specialmente per gli importi inferiori ai 25 euro.

In questo caso infatti, non occorre inserire il PIN ed è con questa opzione che comprano per il 76% gli italiani che utilizzano lo smartphone per fare compere. Gli acquisti sono effettuati soprattutto nei supermercati e centri commerciali, per il 71%, a seguire il conto dei ristoranti per il 44%, e nei bar, edicole e tabaccai per il restante 29%.

Inoltre gli uomini tendono a ripetersi nella tipologia di acquisti e nei luoghi, dove viene utilizzato il cellulare per pagare magari il caffè, oppure il giornale, mentre le donne hanno maggiormente la voglia di sperimentare il mobile payment.

Le donne spendono per acquisti per tutta la famiglia, nei centri commerciali, al fast food e presso IKEA. Le donne inoltre pagano anche per somme più importanti, come per l'arredamento.