Alzi la mano a chi non mai è capitato di uscire di casa ed accorgersi, quando ormai era troppo tardi, che l'inseparabile smartphone era scarico? Niente paura perché d'ora in poi, al ripresentarsi di questo problema, si potrà sfruttare l'energia solare per ricaricare in men che non si dica la batteria del proprio cellulare. È in arrivo dagli USA EnerPlex Surfr, la cover smart che funziona con la luce del sole.

Molto semplicemente quando la batteria dello smartphone è a secco, basterà inserirlo nella cover, che provvederà a ricaricarlo servendosi di un pannello solare a film sottile. Grazie a questo innovativo sistema, che mette d'accordo anche i più accaniti ecologisti, non sarà, quindi, più necessario andare alla ricerca disperata di una presa elettrica.

I tempi richiesti per la ricarica degli smartphone variano a seconda dell'utilizzo che se ne deve fare - spiega Ascent Solar, l'azienda americana che ha sviluppato la cover. Ad esempio, con un'ora di luce del sole catturata dal pannello posto sul dorso della cover, si possono fare almeno 10 minuti di telefonata.

Per i più chiacchieroni, che hanno in programma 3 ore di fila di chiamate, bisognerà attendere più tempo (almeno 15 ore sotto il sole solleone).

EnerPlex Surfr è compatibile con gli iPhone della serie 4 oltre che con il Samsung Galaxy S III (per i primi dispositivi la potenza della batteria interna è di 1.400 mAh, mentre per i secondi 2100 mAh) e sarà venduto con una carica solare supplementare da utilizzare nei casi d'emergenza.