Il Samsung Galaxy Gear è un orologio molto innovativo ma bisogna per forza abbinarlo ad un Galaxy Note 3 (altri dispositivi saranno compatibili presto) per poterlo utilizzare. Il display da 1,6 pollici Super AMOLED (con risoluzione 320 x 320 pixel) è piccolo ma adeguato al dispositivo. Il processore di 800 MHz delude un po', manca di potenza, l'interfaccia android invece è abbastanza lenta.

Il Galaxy Gear è stato progettato per essere un dispositivo che ha molte più funzioni rispetto agli altri smartwatches presenti sul mercato: è provvisto di microfono, di altoparlanti e la capacità di leggere i messaggi provenienti da varie di fonti (SMS, email, ecc). Insomma, per giustificare un prezzo alto, Samsung promette che il Gear è quasi uno smartphone a sé stante ma purtroppo non è così.

E' abbastanza complicato effettuare o ricevere una telefonata poiché i problemi sono innumerevoli. La qualità degli altoparlanti non è elevata, quindi bisogna avvicinare molto lo smartwatch all'orecchio per sentire la voce dell'interlocutore. Inoltre se vi trovate in un luogo pubblico, ci sarà sempre qualcuno che potrà ascoltare parte delle vostre telefonate e questo minerà la vostra privacy.

La fotocamera nonostante sia di soli 1,9 MP è invece semplice da usare e fornisce foto di buona qualità, mentre la batteria dura tantissimo (anche 48 ore).

Samsung con il Galaxy Gear ha sicuramente creato un nuovo trend per quanto riguarda i dispositivi indossabili ma deve migliorare ancora tanto la sua creatura se vuole che diventi un device di successo. In sintesi vediamo i pro e i contro:

PRO

  • Design di qualità;
  • Display luminoso

CONTRO

  • Abbastanza costoso;
  • Interfaccia difficile da personalizzare