Quando si vuole acquistare uno smartphone di fascia alta, si tende soprattutto ad orientarsi verso Apple o verso Samsung, considerate ormai come il top della tecnologia telefonica: ciò che non piace a molti utenti, però, è il prezzo di questi dispositivi che, in alcuni casi, appare francamente ingiustificato.

Secondo le ultime previsioni di mercato, la spesa tecnologica subirà nei prossimi mesi una contrazione, anche per questo motivo: sono troppi i soldi da spendere per uno smartphone che, nel giro di pochi mesi, subisce una forte svalutazione, diretta conseguenza dell'uscita di modelli più evoluti.

Ecco perchè stiamo per assistere ad una vera e propria "invasione cinese" con diversi marchi pronti ad offrire dei devices ugualmente sofisticati ad un prezzo che corrisponde, più o meno, alla metà: molti appassionati, probabilmente, avranno già sentito parlare di Huawei, Lenovo, Meizu o Xiaomi ma per alcuni sono marche sconosciute o quasi.

Huawei,
ad esempio, può già vantare ricavi per 24 miliardi di euro e il nuovo Ascend P6, in vendita a circa 400 euro, è in grado di competere alla grande con gli Apple iPhone o i Samsung Galaxy S4; Lenovo, invece, detiene il primato mondiale di vendita PC ed ora vuole ritagliarsi una bella fetta di mercato anche in Europa, dove arriverà con i nuovi smartphone a partire dalla prossima estate 2014.

Meizu, invece, è famosa nel mondo per i suoi lettori MP3 ed ora con i suoi nuovi devices in vendita a prezzi compresi tra i 200 e i 300 euro, vuole sfondare anche in Francia e in Germania, dopo aver riscosso un grandissimo successo negli Stati Uniti.

Se si pensa, poi che il Xiaomi Mi-3, in vendita a 360 euro, può vantare un display da 5 pollici e un processore quad core da 2,3 Ghz di velocità, capiamo bene come si prospettino tempi duri per Apple e Samsung.