Il prossimo top di gamma di casa Samsung, il Samsung Galaxy S5, torna a far parlare di sé alimentando le attese da parte dei fans. Sono tantissime le indiscrezioni che ultimamente si sono succedute e hanno popolato il web, alcune maggiormente attendibili, altre meno. Ad oggi non ci sono ancore certezze, nessuna conferma ufficiale da parte dell'azienda, tuttavia le ultime indiscrezioni sono degne di nota in quanto provenienti da fonti che, in passato, hanno rivelato una certa consistenza. Indiscrezioni che ci parlano di una scocca in metallo e della tanto discussa tecnologia della scansione dell'iride.

Il punto maggiormente controverso ma anche importante riguarda, tuttavia, la data ufficiale di presentazione del nuovo Samsung Galaxy S5. Anche in questo senso nessuna conferma proviene da parte della società, tuttavia vi sono ottime ragioni di credere che l'annuncio verrà dato alla fine del mese di marzo, a Londra, durante un evento dedicato. Una situazione simile si era già verificata col suo predecessore; il Samsung Galaxy S4, infatti, era stato presentato lo scorso mese di marzo a New York, proprio durante un evento dedicato. Se questa voce si rivelerà fondata, dunque, mancheranno appena due mesi alla data fatidica.

E le attese, sempre stando ai rumors più recenti, appaiono ben riposte dato che sono decisamente degne di nota le innovazioni annunciate. Se si considera, infatti, che il Samsung Galaxy S4 non aveva segnato nessun punto di rottura col suo predecessore e questo ha fatto si che le attese venissero in parte deluse, cosa che ha comportato un indubbio calo delle vendite rispetto alle previsioni iniziali, è facilmente ipotizzabile che, in questo caso, l'azienda abbia in serbo delle reali innovazioni se vorrà tener fede agli obiettivi di vendita.

In questo senso, le aspettative sono tutte riposte sul tanto a lungo agognato corpo in metallo, che segnerebbe dunque l'abbandono del classico policarbonato, e sullo scanner dell'iride, tecnologia grazie alla quale il nuovo dispositivo sarebbe in grado di leggere nello sguardo. Si parla, inoltre, di un display dotato di risoluzione 2K.