Complice lo sviluppo delle nuove tecnologie per smartphone e dispositivi mobili, cresce l'esigenza dei consumatori di utilizzarli per connettersi ovunque si trovino e in qualsiasi ora del giorno: è possibile lavorare, fare acquisti, vedere film e parlare con chi è a casa a prezzi sempre più convenienti. Il segreto è servirsi di internet per confrontare le tariffe di Vodafone con quelle degli altri operatori.

Ecco allora che cresce anche l'esigenza di accedere a portali di comparazione online per scegliere come acquistare smartphone inclusi nel piano tariffario più convenienti sul mercato, e trarne la più vantaggiosa esperienza di navigazione possibile in base alle nostre esigenze di connessione.

Un impegno cui si dedica anche Vodafone, che pare abbia l'intenzione di rendere disponibile in un numero di Paesi sempre crescente i suoi servizi 4G, per consentire ai suoi clienti di usare la rete ultraveloce Lte al prezzo del roaming 3G.

Già disponibile in Paesi come la Grecia, l'Italia, il Portogallo, la Spagna e la Romania, entro l'estate Vodafone arriverà a offrire questi servizi a prezzo vantaggioso in altri 18 Paesi, superando dunque quelli coperti dai suoi competitor diretti.

Ecco allora che chi viaggia per piacere o per lavoro potrà navigare a gran velocità con Vodafone anche in Australia, Paesi Bassi, Germania, Regno Unito, Sud Africa, Nuova Zelanda, mentre potrà appoggiarsi ad altri operatori partner in Paesi come Francia, Belgio, Austria e Svizzera fino in Giappone, Singapore e Corea del Sud.

Vodafone si gode il successo, attraverso le parole di Paolo Bertoluzzo, Chief Commercial and Operations Officer: "Molto più veloce, semplice da usare e spesso più economico delle connessioni Wi-Fi degli alberghi europei, il roaming 4G permetterà di offrire ai clienti, ovunque si trovino, connessioni ad alta velocità per i video, lo streaming, la navigazione web, il lavoro".

Con 11 milioni di utenti che usano le offerte roaming di Vodafone, attratti dalle ottime tariffe come Vodafone Red che permette di pagare 3 euro al giorno per fruire di internet all'estero a velocità 100Mbps in download e 50Mbps in upload, la domanda di servizi 4G è in ulteriore crescita.

Un margine di sviluppo per il settore che potrebbero sfruttare anche gli altri operatori e la stessa Telco, che col progetto Spring, per investimenti pari a 7 miliardi di sterline, potrà permettere ulteriormente accelerare gli investimenti nell'ultrabroadband mobile in Regno Unito. In questo modo, la capacità delle reti 3G e 4G potrà crescere a fronte di un'introduzione di apparati di ultima generazione che consentiranno di fornire per offrire servizi all'avanguardia.

E l'Italia? A essere raggiunte dalla rete 4G sono tutte le principali località turistiche e altre 46 città, mentre ad essere connessi con tecnologia 43,2Mbps sono oltre 582 comuni.