Data ormai la crescente voglia di utenti di ogni età di utilizzare il proprio smartphone per navigare in internet, sono moltissime le proposte dei vari operatori ed è dunque necessario, per trovare la migliore ed orientarsi nel mare magnum della telefonia cellulare, comparare le offerte di Vodafone con quelle di altri gestori.

In questo modo, su portali di comparazione online, sarà possibile scegliere le tariffe più convenienti e abbonamenti con smartphone inclusi per poter chattare con i propri amici, andare sui social network, leggere ultime notizie e molto altro ancora.

Queste possibilità verranno poi moltiplicate a quanto pare nel 2015, quando Vodafone sarà pronta a regalare al mondo di utenti navigatori una nuova frontiera della connessione a internet: presentata ieri a Napoli per la prima volta in Italia, LTE Advance di Vodafone potrà consentire di raggiungere, con rete 4G, velocità a 250 Mbps. Ma solo tra un anno.

In poche parole, si tratta di velocità supersoniche di download che potranno consentire agli utenti di superare la velocità massima già offerta da Vodafone in Italia: LTE Vodafone, che è disponibile nel nostro Paese sia in località turistiche (circa 200) che in molte città (più o meno 100) e può raggiungere una velocità pari a 100 Mbps.

Questa connessione ultraveloce, per fare un esempio, potrà consentire agli utenti di scaricare contenuti pari a 1GB con una velocità di 30 secondi, permettendo la fruizione di film, partite, gare sportive e chi più ne ha più ne metta senza problemi, proprio come se stessimo navigando da casa nostra con un pc, disponendo di un impianto a fibra ottica.

I progetti di Vodafone sono a dir poco ambiziosi: l'operatore si prepara ad investire, nel 2016, ben oltre 3,56 miliardi di euro per consentire di raddoppiare la copertura 3G (standard HSPA+, da 43,2 Mbps), agendo su 1542 città.

Ma non ci si ferma qui: Vodafone vuole infatti triplicare la diffusione della copertura a fibra ottica fino a raggiungere 150 città ed estendere con tecnologia LTE la rete 4G. Il piano di sviluppo, con il nome di "Spring" grazie alla definizione dell'Amministratore Delegato di Vodafone Group Vittorio Colao, si presenta una vera e propria "primavera" di novità.

Secondo il Direttore Technology di Vodafone Italia Fabrizio Rocchio, LTE Advanced "lavora su diverse frequenze. Noi con l'asta del 2011 abbiamo acquistato le licenze 2600 MHz, 1800 MHz e 800 MHz per la 4G. Questa nuova capacità mette insieme frequenze differenti, le affascia, quindi le accorpa, e così permette di andare ancora più veloci".

I siti verranno collegati tramite fibra ottica, tuttavia il massimo picco della connessione ultraveloce si avrà quando verrà battezzato il 5G da 10.000 Mbps, evento che probabilmente si verificherà attorno al 2020, quando arriverà l'ok dai "giganti" del settore, che si sono incontrati a Monaco al Huawei5G@EuropeSummit2014.