Il 60% dei cellulari venduti in tutto il mondo è rappresentato dagli smartphone, per un totale di 1 miliardo di device. È quanto emerge dai dati del Mobility Report di Ericsson, basato su un campione che rappresenta le reti mobili di tutto il mondo. Il merito di questa enorme diffusione, sicuramente, è anche delle offerte di Tre, Vodafone, Wind e degli altri operatori di telefonia mobile, che includono nei loro pacchetti la possibilità di acquistare a rate gli smartphone migliori sul mercato.

Chi ha acquistato uno smartphone incluso in un abbonamento, tuttavia, rappresenta solo il 30% degli utenti che hanno un abbonamento mobile comprensivo del traffico: questo dato dimostra come, secondo Ericsson, ci sono ancora notevoli margini di crescita in questo settore.

Sempre secondo i dati Ericsson, inoltre, il traffico dati da mobile ha toccato quota 2mila petabyte negli ultimi tre mesi del 2013. L'incremento del traffico dati, rispetto all'ultimo trimestre 2012, è pari al 70%, mentre rispetto al terzo trimestre dello stesso anno è pari al 15%.

Se il traffico dati è rappresentato da una crescita vertiginosa, lo stesso non si può dire del traffico voce: nonostante nell'ultimo trimestre 2013 i nuovi abbonamenti mobili siano stati 109 milioni e in tutto l'anno la telefonia mobile abbia conquistato 6,7 miliardi di clienti in più, il traffico voce cresce a rilento.

In realtà, però, è necessario precisare che il totale degli abbonati si arresta a quota 4,5 miliardi, in quanto molti utenti possiedono più di un abbonamento. La crescita degli abbonamenti mobili nel 2013 è stata pari al 6% e i paesi con un numero maggiore di nuovi clienti quelli emergenti, come la Cina e l'India.

Gli Stati Uniti rientrano comunque tra i cinque paesi con il tasso di crescita più alto, con 5 milioni di nuovi abbonamenti nell'ultimo trimestre del 2013, ma sono preceduti dalla Cina, con 22 milioni di nuovi abbonati, India (21 milioni) e Indonesia (6 milioni). L'Europa occidentale, invece, considerata nel suo complesso, registra solo 3 milioni di nuovi abbonamenti.

Globalmente, quindi, la telefonia mobile registra una diffusione del 92%. Nell'Europa centro-orientale, la diffusione è pari al 143%, nell'Europa occidentale al 127%, in Cina al 90%, in Africa al 72% e in India al 59%.

Infine, gli abbonamenti alla banda larga in mobilità sono cresciuti del 40%, arrivando a 2,1 miliardi di abbonati alla fine del 2013. Per quanto riguarda l'Lte, invece, gli abbonati arrivano a 200 milioni.