Lo smartphone, quell'irrinunciabile oggetto del desiderio di giovani e adulti di tutto il mondo, continua a registrare ottimi risultati nelle vendite. Il merito di questo? Sicuramente la sua dinamicità e la possibilità di accedere a contenuti di ogni tipo, ma anche l'opportunità di chattare velocemente e a costo quasi zero con i servizi di WeChat e di altri provider di messaggistica istantanea.

La forza di questo settore si gioca poi quasi totalmente sui successi dei prodotti di Apple e di Samsung, principali concorrenti di un settore saturo, in cui nuovi brand o anche gli storici marchi come Motorola e Nokia faticano a farsi strada. Il successo della Mela di Cupertino e della coreana rivale è destinato quindi a continuare a dividersi la maggior parte del mercato.

Del resto, una ricerca recente della Millward Brown ha parlato di quanto lo schermo del telefonino sia preferito rispetto agli altri smart device, battendo sonoramente il computer, che subisce una contrazione nelle vendite. Come abbiamo già accennato, lo smartphone va con le sue mille funzionalità a soppiantare pian piano gli altri schermi. Il tutto, a quanto sembrerebbe, a vantaggio di due case soltanto.

A rendere ancora più evidente un fatto già noto agli occhi dei consumatori di tutto il mondo è Horace Dediu di Asymco, che ha provato a stilare le quote di mercato dei due gruppi nei sei anni appena trascorsi, che del resto corrispondono al boom dello smartphone sul mercato. Si tratta di un settore che vale, tra il 2008 al 2013, ben 215 miliardi di dollari.

Ad accaparrarsi la fetta più importante è allora Apple, con il 62% del mercato per un guadagno pari a 133 miliardi di dollari. Segue Samsung con una distanza più netta di quanto ci aspettassimo, registrando il 26% dei successi nel settore, pari monetariamente parlando a 56 miliardi di dollari.

L'88% del mercato è il loro, lasciando gli "avanzi" a Nokia, che si conquista un buon (a questo punto!) 9,5%, e a Htc (2,8%). Motorola è stata acquisita da Google e poi rivenduta a Lenovo, che arriva allo stesso livello di Htc con il 2,8% dei guadagni.

Fanalini di coda, BlackBerry con l'1,9%, Lg con l'1,2% e Sony che non registra neanche un punto percentuale.