Il mondo di internet ha rivoluzionato molte delle operazioni che eravamo abituati a svolgere quotidianamente, grazie alle offerte per cellulari di Vodafone e di altri operatori del settore: si pensi ad esempio ai servizi di WeChat e a quelli degli altri prodotti di messaggistica istantanea, che hanno soppiantato i tradizionali sms. Così accade anche per la musica, che oggi si può ascoltare in streaming grazie a piattaforme online come Spotify.

Grazie infatti a tariffe con smartphone incluso e offerte per cellulari comprensive di internet messe a disposizione dai principali players si può usare una gran quantità di traffico dati con cui si possono vedere anche film e serie tv in alta definizione: una vera e propria rivoluzione, che con l'accordo Vodafone e Spotify promette risvolti ancora più interessanti.

Infatti, pur esistendo una versione basic della famosa piattaforma, gli ostacoli per un ascolto che sia davvero illimitato sono diversi: da smartphone e tablet si è obbligati a utilizzare la riproduzione casuale e anche dal web la pubblicità va ad interrompere la nostra fruizione musicale.

Ad ovviare a questi problemi però c'è Spotify Premium, l'abbonamento mensile che promette un ascolto musicale a tutto tondo, con la possibilità di usare il servizio non solo in streaming ma anche offline, eliminando ogni tipo di pubblicità: il prezzo da pagare è pari a 9,99 euro al mese, ma, ed ecco la forza dell'accordo con Vodafone, questo costo si riduce del 30% per i clienti del gruppo britannico.

L'offerta sarà valida a partire dal 15 marzo per tutti i clienti Vodafone che hanno sottoscritto un pacchetto con internet incluso, che potranno approfittare dei termini dell'accordo attraverso l'app gratuita My Vodafone: per il primo mese l'ascolto di Spotify Premium sarà gratuito, mentre dal mese successivo il costo dell'abbonamento alla piattaforma verrà scalato direttamente dal credito telefonico.

I risvolti dell'accordo tra i due giganti di certo fa bene a entrambi: Spotify potrà incrementare anche in Italia - dopo il successo dell'accordo già avvenuto in Regno Unito e Irlanda - la fetta dei consumatori che sottoscrivono l'abbonamento Premium, Vodafone invece potrà andare ad aumentare il numero di clienti interessati all'acquisto di un pacchetto con internet incluso.

Ovviamente l'accordo va di pari passo con le intenzioni di sviluppo di Vodafone, che entro il 2016 andrà a triplicare la copertura 4G e a sviluppare ulteriormente quella tecnologia HSPA+, capace di far viaggiare i suoi clienti a 42,2 Mb al secondo già in 100 città italiane ad alta densità turistica.