Ormai se pensiamo che per collegarci ad internet era necessario stare fermi davanti ad un monitor, quasi non ci crediamo più: grazie all'avanzamento tecnologico e senza dimenticare anche il boom dei prodotti di Wind e delle altre offerte per cellulari di altri operatori di telefonia mobile, ormai è sempre più semplice navigare mentre siamo in metro o in treno collegandoci con i nostri device mobili.

Se poi siamo anche ingolositi dalla voglia di avere tra le mani un cellulare intelligente senza spendere cifre eccessive, ecco che si può scegliere le offerte con smarphone incluso migliori sul mercato: pagando tariffa e rata del telefonino insieme, si potrà avere un pacchetto completo a costi davvero abbordabili.

Ma non tutti preferiscono navigare dal cellulare: ad esempio, gli uomini sembrerebbero più attratti dallo schermo ampio del tablet. Lo rivela una ricerca della Millward Brown, che rientra nel progetto più ampio di AdReaction, impegnato a guardare come si comportano i consumatori di tablet, smartphone e tutti i device disponibili sul mercato.

Innanzitutto va detto che gli italiani passano in media più di 5 ore davanti a uno schermo, sia esso un pc o un tablet o un cellulare. Per quest'ultimo dispositivo in particolare l'attenzione cresce in Italia: si tratta di ben due ore impiegare a fare i conti con il mini schermo, che addirittura batte la tv. Per onor di cronaca però, lo studio rivela che gli italiani non sono i maggiori utilizzatori di smartphone in Europa e si collocano al di sotto della media europea di utilizzo.

Non crolla in Italia l'interesse per la tv: per il 20% degli intervistati è ancora importante e usata tra le 21 e mezzanotte, ad orari più tardi rispetto a quelli della media europea. Allo stesso tempo cresce la tendenza del live tweeting o dell'uso di altri social mentre si guarda la tv: lo studio rivela che un minuto su quattro speso a guardare il maxi schermo di casa viene impiegato per usare un altro device.

Grazie a questo studio condotto su una fascia d'età tra i 16 e i 44 anni in tutto il mondo, apprendiamo poi che gli uomini passano il 40% in più del loro tempo a navigare sul pc portatile rispetto alle donne. In crescita la percentuale di tempo passato sul tablet rispetto alla componente femminile corrispondente, assestandosi su un 43%.

E le donne? Amano ancora la tv, tanto da trascorrervi il 12% in più del tempo rispetto i loro compagni maschi ma soprattutto preferiscono lo schermo "mini", superando del 25% l'uso fatto dagli uomini.