Sono ormai molte le proposte del mercato della telefonia mobile che offrono tariffe con l'iPhone di Apple in abbonamento: basti guardare tra i prodotti di Wind, di Vodafone e ancora di molte altre compagnie, che si sono agganciate allo straordinario successo di pubblico riscontrato in pochissimi anni da questo smartphone.

Tuttavia, a chi possiede uno smartphone da un paio d'anni sarà capitato di pensare che sarebbe ora sceglierne uno nuovo: è quello che i dati raccolti da Consumer Intelligence Research Partners comunicano a chi già da tempo è diventato proprietario di un cellulare e ha scelto di acquistare un iPhone incluso nella tariffa.

Infatti, secondo la ricerca, l'iPhone dura circa due anni: e, badate bene, non si tratta del normale ciclo di vita del prodotto e della sua obsolescenza tecnologica, ma di una decisione presa dai consumatori, che dopo averne usato uno per due anni lo abbandonano.

Ma perché? La prima causa è senz'altro legata al fatto che in genere lo smartphone si compra grazie ad abbonamenti con le compagnie telefoniche, che offrono condizioni molto vantaggiose: scaduto il contratto, queste condizioni non sussistono e il mantenimento dello smartphone senza abbonamento richiede un impegno economico maggiore.

Si opta quindi per un modello successivo, da acquistare con la stessa modalità del precedente dopo un attento confronto con le offerte del mercato. Una regola che non sembra valere per gli schermi maxi della Mela: gli iPad infatti durerebbero circa 4 anni, magari venendo ceduti a un amico o a un genitore (non così con il cellulare, un bene percepito come esclusivo).

Diversa la storia per gli iPod: il loro avanzamento tecnologico è relativo e si pretende di meno da questi apparecchi per ascoltare la musica, così la loro durata si assesta su un 3-5 anni di vita. Ancora differente la situazione per i mega schermi di Apple: i Mac vengono prevalentemente utilizzati per lavoro, così, a fronte di prestazioni più scarse dopo 2-4 anni di vita, ecco che giunge il momento di passare al modello successivo.