Moltissimi consumatori utilizzano una connessione internet mobile che permette di navigare e utilizzare applicazioni in ogni dove, restando continuamente connessi alla rete e sfruttando al massimo tutte le sue potenzialità. Meglio però non tentare di utilizzare internet senza aver prima sottoscritto un opportuno piano tariffario. Senza una delle offerte di Vodafone, Tim, Wind o Tre che comprendono una certa quantità di traffico dati, infatti, pagheremmo cifre esorbitanti per navigare e scaricare applicazioni.

Pagare a consumo è quindi vivamente sconsigliato, soprattutto considerando che moltissimi smartphone vengono venduti già legati a opportuni piani tariffari per la navigazione su internet. Scegliere un'offerta con smartphone incluso quindi ci consentirà di pagare a rate il cellulare, comprendendo nella quota mensile anche un certo numero di chiamate, sms e traffico dati.

Le diverse tariffe di connessione internet mobile però possono variare molto proprio a seconda del volume di chiamate e traffico dati incluso: per capire quale scegliere gli operatori telefonici spessono offrono dei servizi che aiutano a capire le nostre esigenze reali.

Un po' di numeri ci consentiranno di capire, in base ai consumi che ogni utente effettua, di quanto traffico internet abbiamo biosogno per non sforare i limiti imposti dall'abbonamento, anche se, nella maggior parte dei casi, questo ha come conseguenza semplicemente il rallentamento della connessione internet mobile.

Lo streaming di video e contenuti del genere sottrare una bella quantità di Mega, un minuto di visione costerà circa 2 Mb. Ascoltare la radio su internet sottrarrà circa 200 Mb al mese, mentre inviare una decina di immagini al giorno su social network, controllare la mail produce altrettanti Mb consumati al mese. La navigazione con mappe sul Web può comportare invece il download di 1 Mb ogni minuto.

La semplice navigazione su internet consuma diversamente a seconda che si aprano pagine con molto testo o con numerosi elementi grafici: comunque una decina di pagine al giorno ci sottrarranno altri 200 Mb sul forfait mensile.

Anche gli aggioranementi automatici delle app o del sistema operativo consumano preziosi byte: è consigliabile infatti autorizzare gli aggiornamenti solo quando siamo conessi alla rete wifi di casa o dell'ufficio, che in genere non hanno limitazioni di traffico. Considerando tutto questo e volendo comunque stare larghi 2 Gb saranno sufficienti, anche se esistono offerte per connessioni mobile che arrivano anche a 5 Gb al mese.