In un mondo sempre più digitale e digitalizzato dove ogni azione immaginabile può essere compiuta attraverso lo smartphone, è davvero importante saper scegliere, mettendo le offerte cellulari in abbonamento a confronto, per individuare quello che, più adatto ai propri usi specifici, possa diventare uno strumento davvero utile quotidianamente.

Passando in rassegna i cellulari Android, come Samsung o HTC o informandosi sui cellulari Apple o Nokia e HTC, si nota facilmente quanto siano varie e numerose le caratteristiche e le app scaricabili su ogni dispositivo per fare allenamento, organizzare il calendario, comunicare, e perché no, anche gestire il denaro con lo smartphone.

Sono infatti moltissime le applicazioni dedicate all'economia personale e alla microfinanza che possono facilitare la vita quotidiana degli utenti digitali e mobile, qualunque sia il proprio sistema operativo, in un ambito delicatissimo come quello monetario.

Tra le app per gestire il denaro con lo smartphone ci sono sicuramente Venmo e Snapcash, che permettono agli utenti che possiedono carte di debito, conti correnti o conti deposito, di scambiarsi soldi direttamente, attraverso un sistema di messaggistica istantanea e senza alcuna commissione.

Per dividere, invece, le spese di bollette condominiali o fra coinquilini, oppure per racimolare l'importo utile a un acquisto comune, come un regalo o una vacanza, si possono usare Toshl Finance, se in viaggio, Splitwise, la calcolatrice intelligente o Tilt che permette, tramite creazione di una pagina evento, una sorta di fundraising privato con una tassa del 2,5%.

Per gestire il denaro con lo smartphone e in relazione alle spese quotidiane, organizzarsi è facile con Check, app con interfaccia tipo memo e Manilla, entrambi gratuite. A pagamento esiste, invece MoneySaver, l'app italiana che registra sul telefonino ogni spesa effettuata durante il giorno e permette di tener d'occhio i risparmi.