Quando si acquista un dispositivo elettronico, mettendo le offerte per cellulari in abbonamento a confronto, non si pensa certo che il nuovo smartphone, oltre a telefonare, connettersi a internet e fare foto o video, possa sostituire il farmacista.

La farmacia in una app è invece possibile con Pharmawizard, un nuovo software, disponibile all'utente che, informandosi sugli smartphone migliori in commercio, abbia scelto di acquistare Apple o un dispositivo con il sistema operativo Android.

La app è infatti scaricabile gratuitamente dagli store di Apple o di Google e consente di confrontare farmaci, siano essi di marca o equivalenti, informarsi sui principi attivi o sulle controindicazioni relative e localizzare la farmacia più vicina a sé.

Stando alle analisi del Censis, d'altronde, il 41,7% degli italiani cerca informazioni riguardanti la propria salute sui motori di ricerca online, da pc o da dispositivi mobile. Per questo la farmacia in una app è sicuramente una innovazione gradita e utile per i pazienti.

La app, ovviamente, non ambisce a sostituire il medico ma a rendere più consapevoli i cittadini attraverso una informazione autorevole, sicuramente migliore di quella reperibile online. Pharmawizard contribuisce, inoltre, allo sviluppo del digitale nel settore sanitario.

Il motore di ricerca di Pharmawizard è progettato, grazie a sofisticate tecniche semantiche, in modo da rendere semplice e immediato il reperimento delle informazioni utili da parte di utenti inesperti e assolutamente non professionisti.

Si possono consultare, per esempio, i foglietti illustrativi, riportati in maniera semplificata per una lettura più veloce dei punti rilevanti, le controindicazioni e le interazioni dei medicinali in questione disponendo di una vera e propria farmacia in una app.

Le informazioni stesse, oltre che chiare, dirette e di facile consultazione da parte di utenti non professionisti, sono ufficiali e affidabili poiché estratte dalla Banca Dati del Farmaco e dagli Open Data del Ministero della Salute.

"Lavorando come farmacista", spiega Luana Longo, ideatrice della farmacia in una app, Pharmawizard, "ho sperimentato in prima persona come spesso i clienti siano confusi in merito a medicinali e terapie e mi sono detta: perché non creare un servizio per aiutare le persone a fare scelte più consapevoli e informate?".

"Oggi", dunque, prosegue l'ideatrice "l'applicazione risponde al bisogno dei cittadini di essere informati sull'uso e consumo consapevole di un medicinale. Ma non ci fermiamo qui". Già si annuncia, infatti, l'aggiornamento della app ad ulteriori funzioni che permetteranno al cittadino l'intero processo di scelta, acquisto e gestione del farmaco.