Il Global Web Index, il più grande studio di ricerca al mondo sul consumo digitale, racconta la società del web attraverso i numeri. Numeri che sottolineano come il rapporto tra uomo e tecnologie di rete sia sempre più indissolubile. Il bisogno di dotarsi del cellulare più tecnologico, la necessità di conoscere ogni news su Samsung e di informarsi sui suoi prodotti, su Apple e le sue innovazioni e su tutti gli altri competitor, sono segnali di come la società odierna abbia nella collettività online un perno fondamentale.

L’altissima competitività del settore smartphone si integra con la possibilità di porre Vodafone e le sue tariffe a confronto con quelle di Tim, Wind e 3, per assecondare un pubblico che si fa sempre più consapevole delle proprie esigenze e che agisce in modo attento per soddisfarle. D’altronde, come sottolineano le ultime rilevazioni del Global Web Index, la popolazione mondiale adulta trascorre 1,85 ore al giorno su internet in connessione tramite smartphone, dato che cresce ulteriormente in Africa e Medio Oriente, dove si arriva alle 3 ore di navigazione giornaliere. In media, rispetto al 2012, si registra un aumento di 40 minuti.

Sempre secondo i dati di Global Web Index, l’80% degli adulti di età compresa tra i 25 e i 43 anni possiede uno smartphone. Il divario tra cellulari intelligenti e pc, che vede sempre i secondi in vantaggio (i possessori di pc sono il 91% della popolazione globale adulta), si assottiglia.

Lo studio di Global Web Index, basato su un campione di 170 mila adulti di 32 diversi Paesi, mette in evidenza anche come le tecnologie digitali ‘indossabili’ non siano ancora giunte a una piena maturazione, segnando una diffusione limitata. Solo il 9% degli utenti, infatti, è in possesso di uno smartwatch, il 7% di un braccialetto intelligente. Riguardo ai sistemi operativi utilizzati, Android resta in vantaggio sul sistema iOs, in dotazione ai prodotti Apple.

In aumento anche l’uso di tecnologie Vpn (Virtual Private Network), reti di telecomunicazioni private che stanno registrando un rapido sviluppo in determinati mercati soprattutto in relazione all’utilizzo di Netflix, iTunes e Google Play.