Sono sempre meno le persone che ancora non possiedono un cellulare, o meglio, uno smartphone. Nel momento in cui scoprono qual è l’utilità di avere sempre con sé un dispositivo mobile che permette di fare tutto, dall’orientarsi quando ci si perde, a cercare i ristoranti più vicini alla propria posizione, al prenotare voli per destinazioni fantasmagoriche, decidono di mettere i cellulari in abbonamento a confronto, per trovare quello più adatto alle proprie esigenze.

E dopo essersi informati su Postemobile, Vodafone, Tim, Tre, Wind, e sugli operatori di telefonia mobile, scelgono il prodotto più vantaggioso e sono finalmente pronti ad entrare nel mondo del futuro. Un mondo in cui i computer vengono progressivamente sostituiti dagli smartphone che, secondo una ricerca di Skyscanner, il sito dove si possono ricercare voli per tutte le destinazioni, si attestano con un 16% nelle ricerche per prenotare voli, al secondo posto rispetto alle ricerche da desktop (74%), e immediatamente davanti a quelle da tablet (10%).

A livello globale, l’aumento dell’utilizzo di smartphone e tablet per pianificare viaggi e prenotare voli è del 152%, mentre in Italia si arriva ad uno sconcertante +158%. Rispetto al 2013, gli italiani che prenotano voli in mobilità sono aumentati del 113%. Stessa cosa succede in Europa. Le ricerche da tablet nel 2014 sono aumentate del 45% (la media europea è del 35%), a dimostrazione del fatto che gli italiani amano le ricerche di voli online da mobile.

Ma una cosa è la ricerca del volo, e una cosa è l’effettiva prenotazione. I dati finora mostrati riguardano esclusivamente la ricerca di mete per i viaggi. Le prenotazioni, invece, sono aumentate del 67% (su tablet). Ma gli italiani quando pianificano viaggi e vacanze?

La ricerca di Skyscanner mostra che l’ora di punta per le ricerche da smartphone sono le 2 di pomeriggio del lunedì, mentre da tablet sono le 21 dello stesso giorno. La nostalgia del weekend porta a pianificare viaggi? Il picco di prenotazioni da tablet è alle 22 del lunedì, quindi dalla ricerca alla prenotazione su tablet passa circa un’ora. Per quanto riguarda lo smartphone, invece, di giorni ne passano due: ricerca lunedì, prenotazione mercoledì sera verso le 21.

La questione desktop è completamente diversa: ricerca e prenotazione il lunedì mattina alle 11. Probabilmente molti lo fanno dall’ufficio. Skyscanner conclude la sua ricerca stabilendo che la voglia di viaggiare degli italiani ha raggiunto i massimi livelli a gennaio 2014, periodo in cui è stata scaricata la maggior parte delle app di viaggio.