Una delle innovazioni più gradite negli smartphone dai consumatori è sicuramente costituita dalle app navigatore. Esse hanno infatti mandato in pensione il navigatore satellitare, ma sono anche estremamente utili per chi si muove a piedi o coi mezzi pubblici. Tutti coloro che si sono informati sugli smartphone presenti sul mercato devono quindi orientarsi sulla scelta dell’app navigatore

Dopo aver messo i piani tariffari Tre a confronto con quelli di Tim, Wind e degli altri operatori per trovare quello più adatto alle proprie esigenze, solitamente tutti optano per Google Maps, o, se hanno un iPhone, per l’app Mappe di Apple. Ma oltre a queste ci sono 5 valide app per la navigazione: scopriamole insieme.

Here, da Redmond con furore

Here è l’app di casa Microsoft per la navigazione satellitare. Lanciata nella battaglia per riacquisire importanza nel mercato mobile, la casa di Redmond ha rilasciato da poco la versione per iOS (quella per Android era già uscita da tempo). Da ottobre ha fatto registrare 4 milioni di download: i suoi pregi sono la gratuità e la possibilità di scaricare le mappe per poterle consultare offline. Inoltre, previa registrazione sarà possibile consultarle anche su desktop.

    - Waze, perché anche navigare può essere social

In realtà Waze appartiene a Google, che l’ha acquistata due anni fa. Ma è completamente diversa dalla sorella maggiore Google Maps: è caratterizzata da uno spirito social. Vengono infatti segnalati da altri utenti autovelox, pattuglie di polizia e percorsi alternativi per evitare il traffico. Waze è gratuita, ma ovviamente più utenti ha più sarà utile; la società di Mountain View ha quindi deciso di pre-installarla sui telefoni Android.

        - Copilot Gps, l’app quasi perfetta

Copilot offre ottime funzionalità: possibilità di salvare le mappe sullo smartphone offline, una buona grafica e l’opportunità di scegliere il percorso a piedi. Quindi perché è “quasi” perfetta? Semplicemente perché nella versione gratuita le indicazioni non sono vocali, ma bensì scritte. Per sbloccare questa e altre funzioni è necessario pagare 20,99 euro per la versione premium.

        - Sygic, un Tom Tom mobile, e il prezzo lo dimostra

Sygic fa uso delle mappe di Tom Tom e dà, come Copilot, la possibilità di consultare le mappe anche senza connessione e dispone di una ottima modalità per quanto riguarda i percorsi a piedi. Tuttavia per avere le indicazioni passo-a-passo serve la versione premium, che costa quasi come un Tom Tom: 79,99 euro per il mercato italiano.

         - Moovit, l’app perfetta per visitare i centri storici

Moovit, a differenza delle altre app, è specializzata negli spostamenti a bordo di mezzi pubblici. Diventa quindi estremamente utile quando si tratta di visitare i centri delle città, a cui le auto non hanno accesso. Viene spesso aggiornata, permette di consultare la mappa della metropolitana anche offline e di conoscere i tempi di attesa di autobus e tram.