Il team del dottor Kenneth Hansraj, chirurgo ortopedico di New York, ha portato avanti uno studio sulla postura e sulla posizione della testa che si adotta quando si usa lo smartphone, che può causare seri problemi alla cervicale. Il motivo per cui è stato fatto questo studio è dato dal fatto che miliardi di persone sul nostro pianeta usano dispositivi mobili, ma lo fanno usando la postura sbagliata, che rende il binomio cervicale e smartphone potenzialmente dannoso per la nostra salute. Quindi dobbiamo fare attenzione, perché se è vero che non possiamo fare a meno di usare il cellulare, che se ne abbiamo uno vecchio lo vogliamo cambiare e per scegliere quello più adatto a noi mettiamo i migliori cellulari a confronto, è anche vero che non possiamo rovinarci la salute per essere all’avanguardia.

Uno studio senza precedenti

Nessuno ci impedisce di informarci su Apple e sui suoi prodotti e di confrontarli con quelli di Samsung, HTC, Nokia e via dicendo per selezionare il prodotto che preferiamo. Ecco però perché lo studio del dottor Hansraj, che dopo una verifica alla National Library of Medicine è risultato essere senza precedenti, è volto a dimostrare quali e quante sono le forze che gravano sulla cervicale in base alla posizione della testa che adottiamo quando usiamo il cellulare.

Per essere più chiaro sul fatto che cervicale e smartphone usato in modo scorretto siano legati, il paper è corredato di una immagine che lo illustra, dalla quale possiamo osservare che più incliniamo la testa in avanti, più la nostra spina dorsale sopporta un peso maggiore, che può variare da 4 a 27 kg.

Quanti chili deve sopportare la nostra cervicale

La testa di un adulto ha un peso medio di 4 chili quando si trova nella sua posizione naturale, quindi con un’inclinazione del collo di zero gradi. Un’inclinazione di 15 gradi, invece, porta la nostra cervicale a sopportare un peso di 12 kg. Si arriva a 18 kg con un’inclinazione di 30 gradi, a 22 kg con 45 gradi e a 27 kg quando la nostra testa è inclinata di 60 gradi. Mantenere una postura scorretta può essere deleterio per la nostra salute, perché perdiamo la naturale curva di inclinazione della spina dorsale e potremmo arrivare ad un prematuro danneggiamento o degenerazione dei tessuti muscolari.

Il consiglio del dottor Hansraj

Per evitare tutto questo basta fare attenzione a quando si usa il proprio smartphone e a non assumere posizioni scorrette. Il consiglio del dottor Hansraj è di evitare di passare le proprie giornate attaccati al proprio telefono, e comunque di cercare di assumere una posizione naturale, perché “è impossibile evitare le tecnologie che causano questi problemi”. Per mettere bene in chiaro cosa si intende per posizione naturale, Hansraj spiega che si è in una buona postura quando le orecchie sono allineate con le spalle e le scapole sono retratte, ovvero in posizione di riposo.

La postura influisce sugli stati d’animo

Nello studio viene citata la ricerca della psicologa Amy Cuddy, la quale ha spiegato che in base alla postura che si adotta il nostro corpo produce delle sostanze che possono influire sui nostri stati d’animo. Per esempio è stato rilevato che molte delle persone che adottano una posizione naturale hanno subìto un aumento nella produzione di testosterone e serotonina, una diminuzione di cortisolo e si sono sentite più coraggiose. State dritti e sarete più felici.