Smartphone sempre più onnipresenti nella vita dei consumatori. L'ultima frontiera sembra essere quella della social Tv. La messa online delle serie tv su Netflix non poteva non generare contromosse da parte dei competitor. E puntuale è arrivata quella di Twitter: la società creata nel 2006 da Biz Stone, Evan Williams, Noah Glass e Jack Dorsey ha infatti acquistato Periscope. Grazie a questa app gli utenti, dopo aver messo i piani tariffari di Tre a confronto con quelli di Tim, Wind e degli altri operatori per trovare la più adatta alle proprie esigenze, potranno condividere video live dallo smartphone con i follower.

L'emergente settore della tv in streaming

L'acquisizione di Periscope dimostra l'interesse di Twitter nel settore della tv in streaming, un settore sempre più popolare. App come Periscope, Meerkat e YouNow sono infatti molto semplici da utilizzare. Una volta informatisi sugli smartphone dei vari operatori per trovare quello più adatto alle proprie esigenze, basta scaricare l'app, abilitarne l'accesso a fotocamera e microfono per dare inizio al proprio live streaming. A questo punto viene pubblicato un tweet in automatico per avvisare i follower che si sta iniziando una diretta video.

Secondo l'ultimo rapporto di Ericsson Consumer Lab riguardante i trend tecnologici, il 2015 sarà un anno molto importante per le trasmissioni in streaming, che ruberanno alla tv molti spettatori. Questo modo di fare tv si sta affermando anche in Europa, dopo il successo riscontrato negli Stati Uniti. In italia infatti, mentre i telespettatori tradizionali sono diminuiti dell'11% nel 2014, i fruitori di video on demand sono aumentati del 7%.

Commentare un evento con lo smartphone mentre lo si guarda

I consumatori ammettono poi di usare gli smartphone anche mentre guardano la tv, principalmente per commentare ciò che stanno vedendo, che sia la finale di Champions League o l'ultimo episodio del Trono di Spade. È tanto rilevante l'influenza dei post sui social per lo share, che esso ormai viene valutato anche tramite il volume dei tweet in merito.

Twitter non è l'unico brand che si è mosso in merito. Amazon sta per importare nel Regno Unito la sua Fire Tv Stick, una chiavetta Hdmi che consente di vedere in streaming una serie di contenuti, tra i quali le app per Netflix, Hbo, Hulu, Bbc e Sky News. Apple invece intende presentare alla World Wide Developers Conference di Giugno la nuova generazione di Apple Tv: sembrà che si tratterà di un dispositivo dedicato a musica, film, app e Tv, con uno specifico Store. Il futuro appare sempre più su richiesta dell'utente, senza vincoli di palinsesto, per poter proporre un'offerta in grado di intrattenere in ogni momento gli abbonati.