Cosa significa smartphone brandizzato? Si tratta, in breve, di un cellulare che viene commercializzato dall'operatore telefonico (Tim, Wind,Vodafone, 3, ecc.) e che viene personalizzato dallo stesso attraverso l'inserimento del proprio logo sulla scocca (ma non sempre) e una serie di software proprietari. In pratica, una soluzione del genere non permette di scegliere tra Tim e le sue offerte, quelle di Tre, Vodafone o Wind poiché l'acquisto di uno smartphone brandizzato implica l'obbligo di utilizzare la scheda SIM dell'operatore che lo ha commercializzato.

Smartphone brandizzato: vantaggi e svantaggi

Stiamo procedendo con la scelta del nostro nuovo dispositivo mobile e siamo intenti a cercare informazioni sugli smartphone presenti sul mercato: caratteristiche tecniche, design, grandezza, funzionalità. Ci imbattiamo in un'offera che ci attira: un bello smartphone brandizzato di ultima generazione a un costo decisamente conveniente. Va bene, ma che diavolo significa che lo smartphone è brandizzato, all'atto pratico? So che ci risparmio un bel gruzzoletto, a quanto pare, ma non cosa comporta in termini di 'utilizzabilità' del dispositivo.

LEGGI ANCHE: Schede ricaricabili: le novità per il rinnovo del canone mensile

Analizziamo prima i vantaggi di uno smartphone brand. Il principale aspetto positivo di questa soluzione sta nelle offerte proposte insieme all'acquisto del cellulare. Solitamente,infatti, lo smartphone brandizzato attira l'attenzione per prezzi più bassi di quelli standard e l'inserimento di speciali promozioni sul traffico telefonico e dati proposti dall'operatore che lo distribuisce. La modalità più diffusa, soprattutto se si parla di smartphone di fascia alta, è quella del pagamento rateale (solitamente con un minimo di 24-30 rate) vincolato all'accettazione di uno specifico piano tariffario, in cui è inclusa la rata per l'acquisto. Così facendo, avremo il nostro bel dispositivo che volevamo e potremo dilazionare il pagamento, avvalendoci di specifici soluzioni per il traffico.

Ma gli svantaggi, è inevitabile, ci sono. Intanto, senza neanche rendercene conto, ci siamo vincolati a una spesa fissa e non modificabile, e scusate se è poco. Inoltre, andando a calcolare la spesa sostenuta per l'acquisto dello smartphone + promozione, potremmo accorgerci che la spesa sostenuta è decisamente più alta rispetto a quanto avremmo speso pagando 'sull'unghia' lo smartphone no brand.

Smartphone brandizzato invadente

Quando si ha a che fare con i sistemi operativi Android ci troviamo a riscontrare tutti i vantaggi ma anche tutti gli svantaggi di un sistema open-source che tutti possono modificare. Così, gli smartphone marchiati dall'operatore presenteranno dei discostamenti dal punto di vista funzionale rispetto a quelli standard. Modifiche che in alcuni casi possono essere marginali, trascurabili, in altri casi possono invece comportare una serie di fastidi: software di sistema invasivi e inutili e che, oltretutto, risultano difficili da rimuovere e interfacce riconfigurate dal distributore.

Fate le vostre valutazioni

Da una parte la praticità di un pagamento dilazionato e di pacchetti telefonici All-inclusive, dall'altra le limitazioni di un dispositivo che è stato 'corrotto' da un soggetto terzo, con propri interessi e logiche differenti da quelle del produttore originale. Lo smartphone brandizzato dagli operatori telefonici è ormai una realtà consolidata e ciò potrebbe essere un bene per il mercato mobile. Voi, però, fate le vostre valutazioni, tecniche ed economiche che siano, senza dare nulla per scontato.