Inviare e ricevere denaro con lo smartphone è ormai una realtà grazie a Jiffy. Si tratta di un'innovativa app nata proprio per agevolare e semplificare le procedure previste lo scambio di denaro. Il progetto, lanciato solo qualche mese fa, ha registrato nel corso degli ultimi mesi un enorme successo, superando già a fine dicembre i 250.000 utenti attivi. Sviluppata da SIA, una società italiana specializzata nella gestione dei pagamenti elettronici, l'app Jiffy sembra aver rivoluzionato il mondo dei pagamenti, ampliando ulteriormente le possibilità di utilizzo degli smartphone.

Il mondo delle app mette dunque a segno un altro importante risultato e inaugura con Jiffy un nuovo modo di gestire l'invio e la ricezione di denaro tramite smartphone. Unico requisito richiesto per sperimentare questo innovativo sistema per lo scambio di denaro è possedere un cellulare dotato di connessione ad Internet. Un requisito certo non difficile da soddisfare data la grande diffusione delle offerte per cellulari che spesso consentono di accedere ad un generoso traffico telefonico per fare chiamate, navigare in rete e inviare messaggi, pagando un contenuto canone mensile.

Da leggere: Offerte di Vodafone, Tim e Wind per gennaio

Inviare denaro con lo smartphone: la storia di Jiffy

La storia di Jiffy è cominciata solo alcuni mesi fa, quando è stato annunciato a gran voce l'arrivo di un'app per inviare denaro tramite smartphone. Partita con un progetto pilota, a cui aderirono inizialmente solo un numero ristretto di banche, l'app Jiffy ha progressivamente catturato l'attenzione di molti utenti e banche, tutti curiosi di sperimentare questa nuovo servizio. Da quel momento molte altre banche si sono aggiunte al gruppo iniziale, sperimentando l'innovativo servizio per compiere transazioni di denaro tramite smartphone.

I successi conseguiti e le prospettive di crescita future

Ad oggi Jiffy è cresciuta tantissimo, infatti sono più di 50 le banche aderenti, che hanno quindi deciso di sperimentare questo nuovo modo di gestire il denaro tramite smartphone. L'app Jiffy è attualmente a disposizione dei correntisti di BNL, Cariparma, Carispezia, Che Banca!, Friuladria, Gruppo Carige, Hello bank!, Intesa Sanpaolo, Banca Mediolanum, Banca Popolare di Vicenza, UBI Banca, UniCredit e Widiba.

Nei prossimi mesi aderiranno anche nuovi istituti di credito, come: Banca Popolare di Milano, Banca Popolare di Sondrio, Cassa Centrale Banca, Gruppo Poste Italiane, Monte dei Paschi di Siena e Veneto Banca. L'adesione di queste nuove banche renderà il servizio accessibile ad oltre 32 milioni di conti correnti italiani, che rappresentano circa l'80% dell'intero mercato.

Le possibilità di sviluppo Jiffy sono ancora molte. Infatti, trattandosi di un servizio aperto a tutte le banche operanti nell'Area Unica dei Pagamenti in Euro, potrebbe potenzialmente essere utilizzabile da oltre 400 milioni di correntisti della zona euro. Di certo con questa nuova app è stato dimostrato come sia possibile gestire le transazioni di denaro in un modo diverso e decisamente più vicino alle nuove esigenze degli utenti.