È stata presentata mercoledì 7 giugno a Roma, nella Sala della Scherma del CONI, la community digitale OSO, acronimo di Ogni Sport Oltre. Presenti, oltre a Giovanni Malagò (presidente del CONI) e Luca Pancalli (presidente del comitato paralimpico), anche Alex Zanardi e Bebe Vio, due atleti simbolo del superamento dei propri (apparenti) limiti.

L'iniziativa è promossa dalla Fondazione Vodafone, l'ente creato dalla nota compagnia di offerte mobile per sostenere progetti di solidarietà sociale. Attraverso la sua Fondazione, Vodafone è impegnata dal 2002 in iniziative che sfruttando, l'esperienza e la tecnologia dell'azienda, possano portare un contributo positivo alla società civile.

Fondazione Vodafone: la community OSO e l'informazione sportiva

OSO – Ogni Sport Oltre è una piattaforma digitale, accessibile anche tramite App, pensata per ridurre la distanza tra le persone disabili e l'attività sportiva. Troppo spesso infatti una disabilità viene vista come ostacolo insormontabile per la pratica di uno sport; non solo perché non si conoscono le possibilità esistenti sul proprio territorio, ma anche perché si sente poco parlare di chi invece è già riuscito ad andare oltre una disabilità fisica o intellettiva.

OSO aggrega allora tutte le informazioni utili, le testimonianze e gli approfondimenti sull'argomento, allo scopo di abbattere la barriera che separa tante persone da una sana e divertente attività sportiva. Attraverso la sezione news è possibile seguire gli aggiornamenti su tutti gli sport praticabili da persone con disabilità, dagli sport acquatici a quelli invernali.

OSO: la geolocalizzazione delle strutture e delle attrezzature

Un altro servizio fornito da OSO è un sistema di geolocalizzazione delle strutture sportive accessibili da persone disabili. I risultati possono essere filtrati non solo per tipologia di sport, ma anche per la disabilità a cui sono rivolti. Inoltre nella sezione "Attrezzature" è possibile vendere e acquistare attrezzatura sportiva specializzata, sempre geolocalizzando il prodotto più vicino alla propria zona. L'idea è quella di formare una community in continua crescita, in cui ci si potranno scambiare informazioni, consigli, trovare un allenatore che curi la propria preparazione o un'associazione sportiva di cui entrare a far parte.

DA LEGGERE: WiFi gratis ovunque? Con la Vodafone Station è possibile!

Il crowdfunding di progetti sportivi attraverso OSO

OSO è anche una piattaforma di crowdfunding – ossia un meccanismo per la raccolta di fondi online - attraverso cui si possono sostenere economicamente progetti nazionali e locali per avvicinare lo sport e la disabilità. Attualmente, grazie ad un bando di circa 2 milioni di euro concluso nel Maggio scorso, sono stati già selezionati una quarantina di progetti.

Chiunque può creare un nuovo progetto e chiedere alla community – e alla Fondazione Vodafone - il denaro sufficiente per portarlo avanti. Come nei classici meccanismi del crowdfunding, i sostenitori delle varie iniziative avranno poi accesso a premi speciali, diversi a seconda dell'entità del contributo offerto.

Chiudiamo segnalando alcuni dei progetti a cui si può contribuire oggi attraverso la piattaforma di OSO:

· Volleyball? Yes, I can: per l'acquisto di un impianto di Sitting volley autoportante e altro materiale per la Polisportiva Ponticelli di Napoli;

· Insuperabili, una squadra di calcio per tutti: per la creazione di una squadra di calcio a 5 composta da persone con e senza disabilità mentale (progetto curato dall'Associazione Italiana Persone Down di Pisa);

Outdoor Regione 365: per sostenere iniziative in Emilia-Romagna che permettano a persone con varie disabilità di praticare attività outdoor sia invernali, come lo sci, che estive, come percorsi in bicicletta o handbike.