Internet è sempre più a portata di cellulare. La proliferazione di computer, tablet e smartphone e l'ampia gamma di servizi online da questi offerti hanno limitato sempre più l'uso delle tradizionali connessioni di internet adsl. Il nuovo modo di collegarsi al web è ormai in mobilità. Il settore Mobile vede al rialzo le stime per i prossimi cinque anni e, secondo uno studio condotto da Ericsson, gli utenti connessi ad internet da cellulare potrebbero raggiungere i 3 miliardi entro il 2017.

Internet è ormai considerato un diritto fondamentale e moltissimi Paesi emergenti stanno cercando di colmare il gap infrastrutturale. In questo modo paesi come la Cina o l'India potrebbero coprire da soli quasi il 50% degli utenti online. Nel primo trimestre del 2012 i contratti di telefonia sono arrivati complessivamente a quota 6.2 miliardi e, secondo le previsioni, potrebbero raggiungere i 9 miliardi entro il 2017. In questo modo i contratti attivi supererebbero addirittura il numero della popolazione mondiale. Soltanto in Europa gli attuali 540 milioni di contratti attivi potrebbero crescere in cinque anni di altri 100 milioni.

Anche in Italia il settore dell'Internet Mobile ha conosciuto una rapida impennata: il nostro Paese ha infatti il primato per il maggior numero di cellulari e contratti dati. Traguardi che, tuttavia, non sono riusciti a colmare il ritardo rispetto alla media europea: molte aree, infatti, sono ancora prive di adsl, mentre gli investimenti sulle grandi infrastrutture di rete mobile sono fermi ormai da due anni. Questi dati non scoraggiano, però, gli operatori che stanno ultimando i test delle reti 4G, per poter disporre di maggior quantità di banda e sostenere così sul profilo tecnico le nuove offerte commerciali per la banda larga mobile.